Porto Cala Spalmatoio  

Datos Generales

Caracteristicas

Servicios En El Muelle

Descripciòn

Cala Spalmatoio è una bellissima insenatura dell’ Isola di Giannutri. Storicamente utilizzato come spazio dedicato al rimessaggio e alla riparazione delle barche, ad oggi è famosa come rada per l’ormeggio le imbarcazioni che hanno intenzione di scoprire un ennesimo scorcio naturale del territorio sardo.

L’approdo vanta una banchina in cemento armato che permette l’ormeggio e concede ingresso  a imbarcazioni che vogliano godere del meraviglioso mare che bagna la costa. Quest’ area utilizzata dalle imbarcazioni da diporto, si trova sul lato settentrionale della rada ed è comunque soggetta a regole di navigazione e ormeggio.

Difatti, le barche devono dare precedenza alle operazioni di carico e scarico merci e passeggeri, con l’obbligo di liberare l’ormeggio in presenza di navi di linea. Questo per consentire l’attracco a quelle navi che collegano l’isola con Porto S. Stefano e Giglio.

Anche i divieti sono da tenere ben presenti. Innanzitutto di pesca fino a 3 metri dalla costa. Divieto di balneazione al di fuori delle zone che sono delimitate da boe bianche e rosse. Inoltre, nel raggio di 100 metri dalle imboccature è vietato l’ancoraggio a ruota.

Per quanto riguarda la navigazione, invece, bisogna porre attenzione solo ad alcune zone dell’isola. Specie per evitare ritorno di onda nelle zone balneari. Accortezza che viene ovviamente segnalata anche per la velocità in fase d’ingresso della cala.

Nella bella stagione la zona gode dei venti di ponente e maestro. Caratteristica che rende il mare e l’intero contesto molto vivibile e di suggestiva fotografia.

Cala Spalmatoio è quindi una cala perfetta per chi cerca sicuro ormeggio nel territorio dell’Isola di Giannutri. Già colpito dal mare che bagna il tratto di costa e spinto dalla voglia di scoprire nuovi e comodi scorci, non verrà di certo deluso. La superficie a disposizione è funzionale e turisticamente predisposta alla vita delle imbarcazioni da diporto.

Cala Spalmatoio

Comentarios