Didàctica Nàutica

Sistema Gmdss

Ais

AIS è l'acronimo di Automatic Identification System: un sistema automatico di scambio di dati, tra le navi munite di questo dispositivo, studiato per fornire allarmi in caso di rischio di collisione, monitorando il traffico nel raggio di portata dello strumento.

I dati significativi sono relativi a: MMSI, Nome dell’unità, Rotta e Velocità, trasmessi in digitale su frequenze radio VHF.

È quindi possibile chiamare direttamente un’unità visualizzata sullo strumento, via DSC in VHF.

 

Ai fini della normativa è opportuno distinguere due distinte famiglie

AIS Passivi (ricevono solo le informazioni delle unità nelle vicinanze)

AIS Attivi, in grado di ricevere informazioni e trasmettere le proprie

Per utilizzare un apparato AIS-attivo è necessario essere in possesso di un certificato GMDSS

In caso di emergenza l'AIS è fondamentale in quanto le stazioni di terra e le unità di soccorso sono costantemente in grado di determinare la posizione dell'unità in pericolo.

In commercio sono disponibili apparecchi che visualizzano solo i dati ed apparecchi in grado di visualizzarli sovrapponendoli alla cartografia nautica.

Poiché non tutte le unità sono munite di apparati AIS, questo strumento non può sostituire il RADAR che invece è in grado di rilevare navi ed ostacoli nella portata ottica.
Al contempo l'AIS, in particolari situazioni, è in grado di rilevare le unità che sono oscurate da ostacoli quali montagne o altre navi frapposte.
Le Stazioni radio di terra raggiunte dalla trasmissione AIS rendono disponibili i dati di traffico su internet, ad esempio sul sito www.marinetraffic.com consultabile anche su SmartPhone. 
Ovviamente non è possibile ricevere i dati delle unità che navigano al di fuori della portata delle stazioni di terra mentre, anche in zone di mare remote, ogni nave riceve agevolmente i dati delle unità circostanti.
Se collegati agli strumenti possono essere visualizzarsi i dati locali del vento e, se inseriti, i dati relativi ai porti di partenza e di arrivo.