Didàctica Nàutica

Il Vhf

Certificato Rtf

Il certificato limitato di Radiotelefonista per navi è il documento che abilita legalmente all'uso della Radio VHF
La presenza dell'apparecchiatura ricetrasmittente VHF a bordo è obbligatoria su ogni imbarcazione che si allontani oltre il limite di 6 miglia dalla costa.
L'assenza dell'apparecchiatura laddove necessaria può far incorrere in una sanzione di natura amministrativa.
Il possesso del certificato è obbligatorio anche per chi voglia noleggiare una barca dotata di questa strumentazione.

Sulle imbarcazioni che non si allontanino dalla costa per più di 6 miglia l'apparecchiatura ricetrasmittente è facoltativa.

Il documento autorizza l'utente all'utilizzo della strumentazione VHF su imbarcazioni che non abbiano un peso superiore alle 150 tonnellate (lorde) e una stazione radio con una potenza che non superi i 60 W. 

Il certificato viene rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico (ex ministero delle Telecomunicazioni) ed è personale, tanto che sulla richiesta va apposta una fotografia del richiedente autenticata. 
La domanda va completata con l'autocertificazione dei requisiti richiesti, tra cui la dirittura morale, cioè l'assenza di precedenti penali e il certificato è ottenibile senza sostenere alcun esame.
Può essere presentata all'Ufficio dell'Ispettorato della regione in cui si risiede, contestualmente alla domanda di Licenza per l'Esercizio di Impianto Radioelettrico.

Il certificato che abilità all'uso di qualsiasi tipo di impianto ricetrasmittente su imbarcazioni di stazza inferiore alle 1600 tonnellate (lorde) invece viene rilasciato solo in seguito al superamento di una prova d'esame.

L'altro documento indispensabile per l'utilizzo della Radio VHF è la Licenza di Esercizio Radioelettrico, che attesta la conformità dell'apparecchiatura e la legittimità del suo utilizzo a bordo di un'imbarcazione.
In passato la normativa prevedeva anche un iter di collaudo della strumentazione, seguito da una serie di visite ispettive, necessari per poter adoperare la radio.
La normativa attualmente in vigore non prevede più queste tappe intermedie e l’apparecchio (laddove sia stato già dichiarato omologato) può essere utilizzato da qualsiasi utente certificato subito dopo l’installazione sull’imbarcazione.

Ad ogni modo, i due documenti autorizzano l'utente ad utilizzarli solo per finalità di soccorso ed emergenza.
Per utilizzare la Radio VHF per traffici di corrispondenza pubblica bisogna obbligatoriamente affidarsi ad una delle società concessionarie del servizio.

L'utilizzo dell'apparecchiatura di ricetrasmissione per soli fini di soccorso non ha alcun costo.
Se si intende avvalersi dei servizi delle società concessionarie per i traffici di corrispondenza bisogna invece sottoscrivere un contratto di pagamento.

Entrambi i documenti non hanno scadenza, non sono quindi soggetti a rinnovo e vanno conservati in originale o in copia autenticata (quest'ultima è valida solo nelle acque nazionali) tra i documenti di bordo.