Didàctica Nàutica

Gestione Emergenze E Soccorso

Emergenza E Urgenza

Quando durante la navigazione ci si trova in una situazione di difficoltà e ci si appresta a chiedere un intervento, è bene avere gli strumenti giusti per poter riconoscere la tipologia di problema in corso per poter informare adeguatamente i soccorritori che arriveranno in aiuto. Questo mette le autorità in condizione di rispondere al meglio alle richieste e di prestare la migliore assistenza possibile.

Un primo passo importante è quello di saper distinguere tra una situazione di emergenza ed una situazione di urgenza.
Si parla di “situazione di emergenza” (distress) se la circostanza critica in cui ci si trova pone in imminente pericolo di vita uno o più persone presenti sul luogo dell’incidente.
Invece, una circostanza critica, che richiede sicuramente un intervento di soccorso tempestivo perché rappresenta una minaccia per la sicurezza di un’imbarcazione o di una persona, ma che non mina nell’immediato alla sopravvivenza dei presenti è classificabile come “situazione di urgenza” (no distress).

Per identificare una situazione di emergenza si può pensare -ad esempio- ad un incendio fuori controllo a bordo di un’imbarcazione, ad un incaglio importante, ad una forte collisione con un’altra imbarcazione o con un ostacolo che abbia danneggiato la barca e ne stia determinando l’affondamento.
Si può invece parlare di urgenza in casi come un’avaria del motore, la mancanza di carburante, un guasto elettrico o meccanico, un incaglio non grave o la presenza di feriti non gravi.

 
Il segnale per le chiamate di emergenza riconosciuto a livello internazionale è il MAYDAY.
Il segnale universale per le chiamate di urgenza è invece il PAN PAN.

In casi di necessità, si può segnalare una situazione di emergenza anche tramite alcuni segnali codificati a livello internazionale, come l’utilizzo di una pistola lanciarazzi a scie rosse o l’accensione di un fumogeno di colore arancione.Per evitare fraintendimenti è bene comunque documentarsi sui codici dei segnali internazionali.

 
Nel caso in cui ci si trovi in una situazione di emergenza in mare è assolutamente indispensabile contattare la Guardia Costiera, avvalendosi di un telefono cellulare per chiamare il numero 1530 oppure, nel caso in cui l’imbarcazione non sia sufficientemente vicina alla costa da avere un buon campo di ricezione sulla rete mobile, usando l’apparecchiatura VHF per chiamare sul canale 16, la frequenza internazionale per le chiamate di soccorso radiotelefonico.
È bene ricordare che la presenza dell’apparecchiatura VHF a bordo è obbligatoria laddove l’imbarcazione si allontani a più di 6 miglia dalla costa.