Jeanneau Sun Odyssey 42i

Datos Generales

Vèase tambièn

Descripciòn

Il Sun Odyssey 42i ricalca in pieno l’impostazione data ai precedenti modelli dalla cantiere Jeanneau, ma l’elemento distintivo rimane la lettera “i” che indica il materiale costruttivo della coperta, realizzata con la tecnica dell’infusione Prisma Process. Questo natante del cantiere francese, riesce a sposare linee moderne ed eleganti con spazi capienti, sia sopra che sotto coperta.

Il progetto di Marc Lombard si è incentrato su una carena a cuneo con sezioni di poppa larghe quanto il bagaglio massimo, pochi slanci alle estremità e appendici strette. La coperta ha una configurazione adatta alla crociera rinviando tutte le in pozzetto e inserendo il trasto della randa sulla tuga.
Questo cruiser presenta pozzetto di larghe dimensioni e gli spazi sotto coperta sono ben sfruttati.

L’impressione generale di questa barca è che ogni dettaglio è al centro del progetto per ottenere delle buone prestazioni di vela unitamente ad una sensazione di confort in pozzetto e negli interni.

L’elemento di maggior novità di questo modello è la coperta, ma sono esempi innovativi dello scafo anche il controstampo e i canali di drenaggio dell’acqua in sentina che evidenziano l’attenzione dal progettista a taluni particolari che in barche commerciali rappresentano la reale differenza.
La stratificazione è realizzata stendendo a mano stuoie di vetro e resine poliestere che vengono sostituite, negli strati più esterni, con quelle viniliche più resistenti ai processi osmotici.
Le regolari torsioni dello scafo sono contrastate dalle paratie strutturali e dal controstampo, variato rispetto alle costruzioni più tradizionali, in modo da risultare rinforzato in questa parte dello scafo ed evidenziare la presenza di eventuali crepe o infiltrazioni.
Sul fondo dello scafo, inoltre, è stata realizzata una struttura in vetroresina per assorbire i carichi e le sollecitazioni provenienti dalle appendici.
A questa altezza arriva anche il canale di drenaggio che è stato realizzato perfettamente a filo per limitare o annullare i ristagni.

La coperta è realizzata con il metodo dell’infusione, tecnica che permette di ridurre il peso nella parte alta dello scafo mantenendo comunque robustezza e rigidità. La giunzione tra scafo e coperta è realizzata con rivetti e viti autofilettanti.
La chiglia, una zavorra di quasi 2.800 chili, è in ghisa trattata con resine nella cui parte terminale si crea uno scarpone che si allunga verso poppa.

Del Jeanneau Sun Odyssey 42i è stata realizzata anche una versione performance, duecento chili in meno e con un pescaggio da 2,13 metri a 2,30.
I due serbatoi di acqua e carburante sono collocati alle estremità dello scafo, come largamente in uso, dando evidenza ai movimenti di beccheggio.

Un altro elemento positivo di questa imbarcazione francese è la buona ergonomia degli spazi. Sia in pozzetto che in coperta si percepisce il risultato sia dello studio che della progettazione accurati.
Anche le attrezzature sono ben organizzate e distribuite e alcune soluzioni, come l’ancoraggio delle lande delle sartie alte allo scafo, rendono più comodi i movimenti senza danneggiare la struttura e la sua funzionalità. L’idea generale di questa barca è una maggiore leggerezza senza rinunciare alla robustezza.

Il pozzetto è di dimensioni generose e dà una sensazione di difesa grazie ai paramare alti 30 centimetri e larghi oltre 40.
La posizione del timoniere risulta comoda consentendo di poggiare i piedi su due superfici inclinate a seconda dello sbandamento.
Alle spalle delle due ruote, sotto la seduta, è collocata la zattera che risulta riparata, ma pronta a essere spinta in acqua.
I quattro i gavoni nel pozzetto e altrettanti winch, collocati due sui paramare e due sulla tuga, rappresentano attrezzature un po’ insufficienti rispetto alle dimensioni della barca.

Allo stesso modo gli interni non hanno seguito la strada dell’innovazione della struttura del Sun Odyssey 42i. I designer non si sono allontanati molto dal vecchio modello, classico e funzionale sia dal punto di vista della disposizione che da quello dei materiali.

Complessivamente i buoni volumi e le dimensioni delle cabine rendono ottimale la vita sottocoperta a sei persone. Anche la dotazione degli armadi è proporzionata al numero di passeggeri imbarcabili.




Ficha Embarcaciòn

Datos Generales

  • Eslora màxima:
    12.87 m
  • Eslora de flotaciòn:
    11.6 m
  • Bao màximo:
    4.13 m
  • Calado:
    2.13 m
  • Desplazamiento:
    8410 kg
  • Lastre:
    2.553 kg
  • Enderezamiento:
    1.0%
  • Materiales de construcciòn:
    vetroresina

Datos De La Vela m2

  • Àrea de la vela:
    81.5 m2
  • Armamento:
    sloop
  • Vela mayor:
    39.1 m2
  • Espinàquer:
    115 m2
  • Gènova:
    42.4 m2

Motor

  • Motor:
    Yanmar
  • Hp:
    57
  • Transmisiòn:
    inbord
  • Depòsito combustible:
    70 lt

Internos

  • Materiales internos:
    fine teak
  • Cabinas:
    3
  • Literas:
    6
  • Capasidad personas:
    8
  • Inodoro:
    2
  • Depòsito agua:
    170 lt

Comentarios