Trogir 

turistico

Caracteristicas

Servicios En El Muelle

Descripciòn

Se state navigando lungo la parte orientale dell’Adriatico centrale dovete assolutamente fermarvi a Trogir, una piccola cittadina di 8.000 abitanti nel cuore della Dalmazia iscritta nel Patrimonio dell’Unesco. Trogir si trova su due isole naturali nel mezzo del canale tra la costa dalmata e l’isola di Čiovo ed è collegata alla terraferma con due ponti. Lo stile degli edifici è tipicamente medioevale e ci sono piccole strade di ciottoli, molte chiese appartenenti a culture e religioni diverse, un castello e un centro storico caratteristico attorniato da delle mura.

La sua posizione strategica ha fatto di Trogir una cittadina con una lunga storia, sia i greci prima sia i romani poi utilizzarono il porto come centro commerciale, soprattutto per la vicina produzione di marmo bianco di alta qualità. L’influenza di Venezia è stata poi molto forte ed è oggi ancora visibile nell’edilizia e nella presenza di leoni di San Marco in città. Il monumento considerato di maggior importanza è la chiesa di San Lorenzo e vi è la possibilità di visitare un museo civico.

Gli ormeggi disponibili sono essenzialmente due:

-          Direttamente lungo la banchina o addirittura in centro di fronte alla cittadina vecchia, con possibilità di usufruire di energia elettrica e acqua corrente. Essendo una rinomata località turistica il prezzo per questi ormeggi è chiaramente alto. Per chi voglia optare per questa scelta, si consiglia di posizionarsi nella parte est poiché dall’altra parte c’è sempre molto movimento turistico sia di persone a terra e sia d’imbarcazioni in acqua sia per tutta l’estate offrono gite turistiche per l’isola di Čiovo.

-          In alternativa c’è una marina ACI dall’altra parte del canale, un servizio taxi disponibile tutto il giorno e la sera che fa da spola tra la marina e il centro di Trogir. La marina dispone di 180 posti in acqua (massimo yacht fino a 18 Mt) e 60 a terra, gru da 9 ton. I servizi sono svariati e tra questi l’assistenza tecnica, un distributore di carburante, agenzie di charter e un ristorante. Il sabato e la domenica in alta stagione non è facile trovare un ormeggio. L’entrata in porto da ovest è la migliore (da est c’è il ponte che è abbastanza basso), orientarsi con il faro a luce verde lampeggiante di punta Čubrijan.

È inoltre possibile ancorarsi fuori dal centro storico chiaramente evitando la zona di transito, anche qui si paga e l’area è molto frequentata. Inoltre in caso di vento da ovest nel canale si crea una corrente abbastanza forte che può superare i 3 nodi e creare difficoltà per l’ancoraggio.

Trogir è una tappa da non perdere per la sua bellezza e la sua valenza storica. I servizi ci sono ma i prezzi sono alti e vi è molto traffico turistico. Nelle vicinanza della cittadina (poco meno di un miglio) si trova la spiaggia di sabbia e ghiaia di Pantan collocata sulla foce dell’omonimo fiume. Le acque sono azzurre e cristalline, alle spalle una tipica pineta mediterranea. Vicino a Trogir c’è l’aeroporto di Spalato e la cittadina si trova lungo il corridoio aereo, durante la notte è rispettato l’orario di silenzio ma questa è un ulteriore conferma di come l’area non sia l’ideale per un navigante che ama la tranquillità. Evitate di arrivare a Trogir nel fine settimana.

Trogir si trova a soli 20 kilometri da Spalato e tra le due località vi sono diversi spazi di ormeggio meno frequentati e a prezzi inferiori. Valutate di fermarvi in queste aree soprattutto se siete di passaggio nel mese di agosto, i paesi tra Spalato e Trogir sono collegati da un servizio autobus.

 

 

Comentarios